Studi sul comportamento dei verri

Picture2L’allevamento dei verri apre alla��allevatore le porte di un migliore rendimento sul profilo economico. L’altro lato della medaglia A? che il comportamento piA? attivo del verro puA? condurre a dover affrontare delle sfide. La ricercatrice Carola van der Peet-SchweringA�dell’UniversitA� e Centro Ricerche di Wageningen, nei Paesi Bassi, studia da un certo numero di anni il comportamento dei verri. Individua ed analizza i fattori che influiscono e valuta le misure che possono essere adottate per prevenire le anomalie comportamentali.

Secondo la dottoressa Van der Peet-Schwering gli allevatori non percepiscono il comportamento dei verri in modo univoco. “Alcuni trovano il comportamento dei suini maschi aggressivo, altri si limitano a definirlo un comportamento un po’ nervoso. Sappiamo quindi da ricerche fatte che c’A? una differenza tra il comportamento effettivamente manifestato dai verri e il modo in cui l’allevatore di suini lo rileva.”
Una parte degli allevatori non incontra eccessive difficoltA� ad integrare i verri nei propri allevamenti. Altri invece devono risolvere non pochi problemi. Per esempio perchA� il loro sistema di alimentazione A? meno rispondente alla nuova situazione.

Ne sappiamo sempre di piA?

“GiA� in etA� precoce i suini maschi abitualmente si cavalcano reciprocamente,” afferma Van der Peet-Schwering, “si tratta di un comportamento paragonabile a quello di un gruppo di bambini sbrigliati che giocano ma che, in questo modo, cercano di determinare il loro posto all’interno del gruppo.” La ricercatrice ha fatto recenti studi sui fattori che potrebbero influire su questo atteggiamento manifestato dai maschi e sulla��agitazione che ciA? causa nella stalla. Sono stati esaminati di volta in volta l’effetto della luce, la superficie totale dei comparti in cui gli animali sono alloggiati, la dimensione del gruppo e la��utilizzo di barriere dietro alle quali rifugiarsi. “In effetti il comportamento dei verri non A? facile da capire. Ma con ciascuna ricerca veniamo a saperne sempre di piA? e, poco a poco, scopriamo i fattori di rischio e di successo nella��allevamento del verro.”